Amici carissimi,

la VI Giornata Mondiale dei Poveri che celebriamo oggi, è una rinnovata occasione, come dice Papa Francesco, «per farci a riflettere sul nostro stile di vita e sulle tante povertà del momento presente».

Vogliamo favorire tale comune considerazione, richiamando l’opera quotidiana di accoglienza e assistenza ai poveri della nostra Casa S. Francesco.

Le richieste di aiuto aumentano a dismisura: c’è bisogno di pane, di salute, di lavoro, di casa, ma c’è ancor più fame di presenza, di amicizia, di relazioni, di affetti. Di fronte alla povertà, alla malattia, alla sofferenza del corpo, della mente e del cuore, sono davvero troppe le persone che rimangono sole.

Negli ultimi anni abbiamo impegnato tutte le nostre risorse e le nostre migliori energie per accrescere i servizi, diversificarne l’offerta, aumentare gli spazi, dare maggiore qualità al lavoro ed alle professionalità, chiamati a dare risposte sempre più complesse alle necessità di tanti.

I fenomeni a cui cerchiamo di far fronte sono ogni giorno più gravi ed emergenti, e spesso sperimentiamo difficoltà e fatica.

Ci anima però, la consapevolezza di essere parte di un disegno di Provvidenza, che ha solo Dio quale artefice e protagonista.

Ci anima però, la consapevolezza che possiamo confidare nel sostegno e nella carità di voi tutti, che ci tendete la mano assicurandoci la vostra amicizia ed il vostro aiuto.

A ciascuno va sempre la nostra umile riconoscenza ed il nostro affetto.

S. Francesco, il nostro Santo Poverello, ci insegni a tenere lo sguardo fisso su Gesù, il quale «da ricco che era, si è fatto povero per noi, perché noi diventassimo ricchi per mezzo della sua povertà». Egli, nostro Dio e Salvatore, doni al mondo intero la Pace ed ogni Bene.

Post correlato

29 Novembre 2022

Accendiamo l’Albero insieme ai Bambini

Una grande festa di Natale dedicata specialmente ai più

26 Novembre 2022

26esima Giornata Nazionale della Colletta Alimentare

Dal messaggio di Papa Francesco per la VI Giornata